martedì 29 gennaio 2013

Tacchino al latte di cocco

Ciao ragazze scusate l'assenza ma a volte mi sempra che 24 ore in una giornata non mi bastano proprio!
E da un pò di giorni che dico stasera pubblico qualche ricettina sul mio blog ma poi come per magia mi ritrovo alla sera alle 23.00 e di voglia di accendere il computer non ne ho molta.
Ieri però mi sono organizzata ho preparato la cena anche per stasera e quindi ora mi dedico un pò al blog.
Questa ricetta è nata dall'esigenza di finire del latte di cocco comprato quasi un mese fa.
Ho cercato un pò delle ricette del pollo al latte di cocco ma nessuna mi ha convinto particolarmente così me la sono inventata.

INGREDIENTI

- 1/2 petto di tacchino
- scalogno
- paprika dolce
- curry piccante
- farina Antigrumi Molino Chiavazza
- 200 ml di latte di cocco
- olio d'oliva
- insalata mista

In una ciotola versare delle farina, un pò di paprika dolce e del curry piccante e mescolare.
Sciacquare il petto di tacchino sotto l'acqua corrente e tagliarlo in pezzi grossi quanto una noce e infarinarli nella farina, paprika e curry.
In una padella con un filo d'olio soffriggere lo scalogno, aggiungere i bocconcini di tacchino e lasciare rosolare.
Aggiungere il latte di cocco, salare e portare a cottura. (circa 10/15 minuti)
Se si dovesse asciugare troppo la carne durante la cottura aggiungere dell'acqua o del brodo.
Servire su un letto di insalata mista.




sabato 19 gennaio 2013

NUOVA COLLABORAZIONE: GROK



Alla lista delle mie collaborazioni da oggi si aggiunge l'Aziensa Grok.
Grok è prodotto e commercializzato da San Lucio s.r.l., azienda certificata IFS-BRC nata a fine 2005 da uno spin-off di uno storico caseificio produttore di Grana Padano.
Il sito produttivo si trova a San Gervasio Bresciano, Comune del Bosco del Lusignolo, nel cuore della Pianura Padana, in una cascina ristruttura di inizio '900, sede originaria del Caseificio. 
 
Dalla fine del 2005 il team di San Lucio, coadiuvato da esperti e professionisti del settore, ha perseguito con coraggio e determinazione l'idea fissa di trasformare il formaggio in uno snack completo, soprattutto in virtù del suo straordinario apporto nutrizionale, conservandone tutte le proprietà originarie anche dopo il ciclo di trasformazione. Da qui la creazione di uno snack fatto esclusivamente di formaggio, cotto al forno e non fritto, croccante e friabile, divertente da sgranocchiare, gustoso al palato, in grado di esaltare il gusto e le proprietà del suo ingrediente principe.
Il team San Lucio ha così realizzato e brevettato "il formaggio" che non deve stare in frigorifero!
Un'idea innovativa si è trasformata in un prodotto originale capace di sorprendere un mercato dove sembrava non ci fosse più nulla da scoprire. 
 
Ecco i prodotti gentilmente omaggiati da Grok:
 
 

FATTI CONOSCERE III EDIZIONE

Oggi scrivo questo post per partecipare all'iniziativa di Kreattiva.
 


Ho già partecipato alla seconda edizione e mi ha fatto conoscere tantissimo blog carini quindi mi sono riscritta e adesso corro a visitare i vari blog.

giovedì 17 gennaio 2013

Vellutata di cavolfiiori

Continuano le mie ricette con i prodotti dell'orto dei miei genitori, questa volta tocca al cavolfiore.
Volevo fare qualcosa di diverso e visto la stagione ho optato per una bella vellutata fatta con ingredienti semplici e genuini.

INGREDIENTI

- 1 lt di acqua
- 2 spicchi d'aglio
- 30 gr di burro
- 740 gr di cavolfiore
- 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
- 740 gr di patate farinose
- 110 gr di porri
- una busta di Grok gusto classico

 Lavare, pelare e taglaiare a tocchetti le patate, poi privare il porro della parte verde e affettare a rondelle la parte bianca.
Lavare e mondare il cavolfiore: tagliare l'estremità inferiore della testa ed eliminare le foglie più dure, quindi staccare le cimette dal gambo.
Fare sciogliere il burro con due cucchiai di olio in un pentolino, poi unire due spicchi di aglio schiacciato.
Quando l’aglio sarà imbiondito aggiungere il porro, il cavolfiore e le patate.
Aggiungere un litro di acqua e lasciare cuocere a fuoco medio per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto, poi coprire con un coperchio e continuare la cottura per altri 20 minuti, a fuoco lento. 
Una volta cotte le verdure, frullate il tutto con il mixer. 
Aggiustare di sale, poi mescolare per amalgamare bene tutti gli ingredienti. 
Servire ben calda, accompagnata eventualmente da crostini di pane tostato (io invece ho usato il Grok), un filo d’olio extravergine.




martedì 15 gennaio 2013

NUOVA COLLABORAZIONE: POLENGHI

Il gruppo Polenghi LAS  è un centro produttivo specializzato nella produzione e confezionamento del succo di limone e condimenti.
L'Azienda all'avanguardia nel proprio settore, riesce a controllare tutta la filiera dei limoni siciliani: dai processi di spremitura con macchinari tecnologicamente molto evoluti, come le "birillatrici" e "sfumatrici"  che consentono di ottenere il succo solo dal cuore del limone ed un olio essenziale puro di limone ricavato dalle bucce degli agrumi.
Fiore all'occhiello del sistema produttivo è il soffiaggio che realizza all'interno dell'azienda pack all'avanguardia con linee robotizzate per la produzione di contenitori in materiale plastico.
Per la dimensione degli impianti, i processi produttivi e la qualità del prodotto,  questo polo produttivo è considerato il più importante d'Europa.
Polenghi Las ha diversificato la gamma dei prodotti, diventando oggi lo specialista dei condimenti innovativi, esporta in 50 paesi, in molti dei quali è leader di mercato, con circa 45 milioni di pezzi all'anno.

La ditta mi ha gentilmente omaggiato dei seguenti prodotti:

- Sorbetto al limone
- Sorbetto all'arancia rossa 
- Sorbetto ACE



- 24 Lemondor 100 % succo di limoni di Sicilia
- 1 preparato per torta allo yogurt e limone
- 1 preparato torta soffice al limone
- 1 preparato per crema al limone
- 1 preparato per panna cotta al limone

domenica 13 gennaio 2013

Crostata con crema pasticciera al cocco

Ho avanzato del latte di cocco comprato per preparare del liquore e cercando un pò in internet ho trovato la ricetta della crema pasticcera al cocco.
L'idea mi è subito piaciuta e armata della mia ormai inseparabile planetaria ho deciso di fare una bella crostata.

INGREDIENTI:
per la pasta frolla
- 250 gr di burro
- 125 gr di zucchero
- 375 gr di farina
- 2 tuorli
- un pizzico di sale
- 1 bustina di vanillina
per la crema pasticcera al cocco
- 4 tuorli
- 8 cucchiai pieni di zucchero
- 8 cucchiai rasi di farina
- 500 ml latte
- 300 ml latte di cocco

Mettere nella ciotola farina, sale e burro freddo a pezzi, far lavorare a bassa velocità con il gancio K o foglia fino ad ottenere uo sfarinato grumoloso
Aggiungere Zucchero, uova ed aromi
Impastare sempre a bassa velocità finche non si saranno amalgamati tutti gli ingredienti e non si sarà ottenuto un unico blocco che rimarrà attaccato al gancio...
A questo punto rovesciare sul tavolo e compattare, dividere nel solito panatto, avvolgere nella pellicola trasparente e far riposare in forma per almeno 30 minuti.
Preriscaldare il forno a 180°.

Mettere i tuorli nella pentola, aggiungere lo zucchero e mescolare fino a che lo zucchero sia totalmente assorbito.
Accorpare la farina e mescolare finchè sia assorbita, unire poco latte e stemperare il composto eliminando tutti i grumi.
Aggiungere il latte restante e il latte di cocco.
Cuocere a fiamma vivace sempre mescolando,quando inizia a sobbollire mettere la fiamma al minimo e continuare a mescolare fino a che raggiungerà la consistenza desiderata.
Mescolare per qualche minuto anche dopo aver spento il fuoco.
Far raffreddare la crema pasticcera.
Stendere la pasta frolla e infornarla ricoperta da carta stagnola e fagioli secchi facendola cuocere per  30 minuti.
Rimuovere la stagnola e i fagioli e far cuocere per altri 10 minuti.

Una volta raffreddata la frolla spalmare la crema pasticcera.






venerdì 4 gennaio 2013

Pappardelle fatte in casa al ragù

Buongiorno ragazzuole, inizio questo anno pubblicando la ricetta della prima mia pasta fatta in casa!
Farla è stata una impresa perchè non trovavo la ricetta giusta dell'impasto.
Alla fine ho risolto tutto chiamando mia suocera e facendomi dare la ricetta da lei.
Per fare la pasta ho inaugurato la planetaria con il torchio che mi ha regalato mio marito per Natale.

INGREDIENTI:

- 500 Gr di Farina Molini Rosignoli pasta fresca e gnocchi
- 4 uova piccole
- sale

Io ho impastato tutti gli ingredienti con la planetaria aggiungendo il fondo di un bicchiere d'acqua (solo se necessario).


Ho inserito delle piccole dosi di impasto nel torchio ottenendo delle pappardelle che ho steso su un piano infarinato.





Ho buttato la pasta nell'acqua salata bollente dopo 3 minuti l'ho scolata e condita con del ragù.